BIOGRAFIA - Luigi Iannone - Sito Web Ufficiale

 LUIGI
   IANNONE

LUIGI
      IANNONE
    LUIGI
        IANNONE
Vai ai contenuti

Menu principale:

Luigi Iannone è nato a Caserta. Si è laureato nel 1995 in Scienze Politiche alla Federico II di Napoli con una tesi sul sindacalismo cattolico.
È giornalista pubblicista. Collabora con le pagine culturali de Il Giornale.
Ha scritto per le pagine culturali del Secolo d'Italia, L'Indipendente, Il Roma, il Quotidiano di Caserta, per i periodici Panorama, Il Borghese, Nazione Futura, L’Altra Voce, La Provincia, per la rivista bimestrale di cultura politica Percorsi, il quadrimestrale di filosofia politica Antarès e il trimestrale Il Cerchio. E per i giornali online Barbadillo, La Confederazione italiana, L'intellettuale dissidente.

Nel 1994 ha conseguito un Master in Comunicazione e Relazioni Pubbliche organizzato dalla Confapi di Caserta.
È stato componente dell'Osservatorio Sguardo Giovani presso il Ministero delle Comunicazioni (Commissione per l'assetto radio-televisivo).
Nel 2003 ha partecipato come relatore al Seminario La Destra italiana e l’origine del Fascismo presso l’Università Federico II di Napoli, i cui atti sono pubblicati nel volume Le origini del Fascismo.
Ha tenuto lezioni di Comunicazione Politica presso scuole di formazione di partito.
Nel 2006 ha ricoperto il ruolo di Funzionario presso l'Autorità per la protezione dei dati personali con il ruolo di Assistente del Garante per il quale ha curato il volume Dignità. La Svolta.
È stato coordinatore del Dipartimento di Storia dell’ISIS (Istituto Italiano di Scienze Sociali) di Napoli di cui è uno dei fondatori.
Dal 2011 è membro del Consiglio Accademico dell’Istituto di Alti Studi Strategici e Politici di Milano (www.iassp.it).  Nell'anno 2013/2014, presso questo Istituto, è stato Tutor di Storia del pensiero politico per il Libero Dottorato di Ricerca Privato (Independent PhD).
Nel 2003 ha vinto il Premio Nazionale della Cultura istituito dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri per l'attività saggistica.
Nel 2018, con il libro Il cinema delle stanze vuote, ha vinto il Premio internazionale città di Firenze per la sezione saggistica


Torna ai contenuti | Torna al menu